maggio 2018
CONTRATTO DI PRESTAZIONE ENERGETICA CON GARANZIA DI RISULTATO IN PROVINCIA DI LECCO
Si è conclusa con successo la gara per l’aggiudicazione della Concessione in Project Financing con Contratti di Prestazione Energetica(EPC) e Garanzia di Risultato per la riqualificazione e la gestione di 61 edifici pubblici di proprietà di 11 Comuni in Provincia di Lecco.

La gara ad evidenza pubblica è stata condotta dalla Direzione Appalti e Contratti della Provincia di Lecco, in qualità di Stazione Unica Appaltante per conto di 11 Comuni consorziati: Airuno, Cernusco Lombardone, Imbersago, Lomagna, Merate, Missaglia, Montevecchia, Olgiate Molgora, Robbiate, Paderno d’Adda e Verderio.
I costi attuali del raggruppamento, per combustibili, Energia Elettrica e O&M ammontavano a poco più di un milione di Euro e l’investimento minimo richiesto per ottenere almeno il 20% di risparmio monetario ammontava a € 1.400.000

La ESCo che si aggiudicata la Concessione, Siram SpA, ha offerto oltre 3,5 milioni di Euro di investimento garantendo il 38,2% di risparmio energetico, di cui il 14%, poco meno di 50.000 Euro, come sgravio di bilancio immediato per i Comuni del raggruppamento per una durata contrattuale di 15 anni. Il modello contrattuale offerto prevede infatti che il risparmio sia condiviso tra la ESCo (86%) e i Comuni (14%) per la durata della Concessione. Alla fine del contratto il 100% del risparmio è di pertinenza dei Comuni.

Tutta la preparazione della gara è stata sviluppata e realizzata grazie ad un contributo di € 320.000 erogato dalla Fondazione Cariplo per coprire i costi di Assistenza Tecnica (AT), ovvero: diagnosi energetiche, determinazione delle baseline energetiche ed economiche, stesura dei capitolati d’oneri, degli schemi contrattuali, sistema di valutazione delle offerte, procedure di monitoraggio, verifica dei risultati e reporting.

Le attività di AT sono state curate da un Advisor facente capo allo studio Legale Gianni, Origoni, Grippo, Cappelli & Partners (GOP), associato alla Esco del Sole srl in qualità di Studio di ingegneria e allo Studio Caramelli per gli aspetti concernenti il monitoraggio e la verifica dei risultati.

Da rilevare come Siram SpA abbia interpretato correttamente lo spirito del bando che richiedeva e premiava, da una parte il design globale con riferimento all’equilibrio tra interventi sugli involucri, sugli impianti e il ricorso a fonti energetiche rinnovabili, e dall’altra parte il grado di “definitività progettuale” per ognuna delle 61 “facilities”. Infatti, il progetto vincitore prevede circa 11.000 m2 di isolamenti tra cappotti e solette, 420 m2 di nuovi serramenti a taglio termico, con vetri basso emissivi e intercapedini con gas Argon, 80 kW di solare fotovoltaico distribuiti su 10 impianti, l’installazione di 15 scalda acqua a pompa di calore in sostituzione di altrettanti boiler elettrici. Sul lato prettamente termico sono previste 30 nuove caldaie e condensazione per una potenza complessiva di oltre 5.200 kW, l’adeguamento di un centinaio di corpi scaldanti e l’installazione di oltre 1.150 valvole termostatiche.

Sul lato illuminazione il progetto prevede il relamping di oltre 9.000 corpi illuminanti con lampade a LED e l’installazione di sensori di presenza e regolatori elettronici (dimmer). Infine è prevista l’installazione di Building Energy Management Systems (BEMS) su tutti gli edifici, nonché l’adeguamento alle norme correnti su 40 edifici.

La proposta progettuale prevede infine la realizzazione di un mini impianto di teleriscaldamento alimentato a biomassa (cippato) a servizio di due edifici del Comune di Missaglia e l’upgrade a nZEB (nearly Zero Energy Building) della scuola per l’infanzia del Comune di Paderno d’Adda.
Interessante e sicuramente all’avanguardia il sistema proposto per il controllo delle prestazioni e contabilizzazione dei consumi basato sul proprio Centro di Efficientamento Energetico (Hubgrade), interfacciato con tutti gli edifici e aderente alle linea guida dell’International Performance Monitoring & Verification Protocol (IPMVP).

Pregevoli infine le modalità proposte per l’attuazione di programmi di modifica comportamentale degli utenti, in particolare ai dipendenti e alla popolazione scolastica. Tali programmi prevedono: comunicazioni permanenti basate su cartelloni informativi e brochures informative; comunicazioni dinamiche tramite schermi LCD installati in 25 scuole e in tutti e 11 i Municipi che riportano in tempo reale l’andamento dei parametri climatici, di consumo e di produzione di energia rinnovabile; incontri con la cittadinanza di sensibilizzazione sul tema del risparmio energetico; corsi di formazione con cadenza annuale per il personale dipendente, docente e per gli allievi; laboratori didattici interdisciplinari e infine organizzazione di gare di risparmio energetico per l’adozione da parte degli studenti di buone pratiche di risparmio energetico per periodi prefissati di tempo e raffronto dei risultati ottenuti.

Infine, un’analisi approfondita del dossier vincente, sembra lasciar intravedere come, nella determinazione del Risparmio Energetico Garantito (38,2%), Siram SpA abbia agito in maniera cautelativa. Dall’esame degli elaborati progettuali sembra infatti possibile il raggiungimento di un Risparmio Energetico Effettivo oltre il 50% con un buon margine di extra-risparmio. Se ciò si realizzasse, in base alla ripartizione contrattuale 50/50 dell’extra-risparmio, gli attori del Partenariato Pubblico-Privato, Comuni-Siram SpA, potrebbero usufruire di un ulteriore beneficio annuale stimabile intorno ai €50.000 ciascuno.
foto
foto

Sergio Zabot

 
stampa articolo
Politica dei Cookie       -       Design & Animation: Filippo Vezzali - HTML & DB programming: Alain Franzoni